La storia

Oltre 50 anni di esperienza nel segno della continuità

Tutto inizia alla fine degli anni '60, per essere esatti nel 1969, nell'officina autorizzata Motoguzzi della concessionaria De Luca. La concessionaria era alla Riviera di Chiaia, dove personalmente comprai un Falcone N 500 versione militare (quello con il serbatoio a panettone) e l'officina in via Crispi era gestita da Adolfo Ariu, sardo, piccoletto e di notevoli capacità . Allora i modelli erano Falcone Sport 14, Lodola, stornello, Galletto e cominciava la serie V7

In quel periodo, a Napoli, le moto in circolazione erano pochissime,
si può dire che si conoscevano una ad una, ma i tempi già  stavano cambiando, le moto in città  erano sempre più numerose e Adolfo prende come assistente Raffaele Zasso.

In questa officina Raffaele si forma nella tecnica e nel carattere ed entra a far parte di quella sempre più esigua schiera di meccanici per moto che nel lavoro ci credono e lo fanno con passione, pazienza e competenza.

Questa collaborazione, interrotta con il pensionamento di Adolfo (1974), dà  la possibilità  a Raffaele di imparare il mestiere e di specializzarsi oltre che sulle Guzzi anche sulle BMW, moto di qualità  per appassionati

Nel 1974 Raffaele diventa titolare dell'officina e con l'aiuto del fratello Mario Zasso negli anni diventa punto di riferimento per il motociclismo napoletano di qualità .

Oltre che a riparazione e manutenzione l'officina si occupa con grande capacità  anche di restauro, restituendo alla vita e alla strada quei modelli che hanno fatto la storia del motociclismo internazionale; Honda, Motoguzzi, Kawasaki, Triumph, BMW, Piaggio

Oggi dopo oltre cinquant'anni, l'officina cambia sede e da via Crispi si sposta in via Consalvo nel quartiere di Fuorigrotta, più spaziosa, più luminosa, più attrezzata che mai e con un nuovo ed importante elemento: il figlio di Raffaele, Daniele Zasso. Una nuova epoca nel segno della migliore tradizione motociclista.

 

Peppe Irace