V7-MY12
Una breve e poco autorevole prova su strada

Premessa:

Non è e non vuole essere una prova ufficiale ma solo un parere di un ex guzzista che ha avuto la fortuna di possedere ben 4 motociclette di questa prestigiosa casa:
Falcone N500 militare, V35 prima serie, V7 Sport telaio rosso e Lemans III 850

Ho sempre apprezzato la qualità Guzzi e accarezzato il pensiero di possederne ancora un'altra.
Non mi sono lasciato sfugire l'occasione, offerta dalla Motoguzzi presso i suoi concessionari, di poter provare una V7-MY12 (l'ultima nata della serie "Classic") ed insieme ad un amico motociclista abbiamo prenotato il giro presso la concessionaria Dotoli di Napoli. Lui ha preso una Stelvio e io appunto, una V7

...Una volta in sella, avviato il motore si avverte una la piacevole sensazione e la caratteristica coppia di rovesciamento tipica di questi bicilindrici a v trasversali (solo chi ne ha già esperienza può capire).
La partenza è pronta e il gas risponde con rapidità e il motore prende giri con entusiasmo.
Tutto va bene se si viaggia a velocità moderata, la delusione però arriva quando si cercano i "cavalli", premetto che la breve "prova" è stata effettuata in città e per ovvie ragioni non ho potuto sfruttare tutti i giri del motore.
Da una 750 bicilindrica ci si aspetta "mooolto di più". Le sorelle maggiori degli anni 70 - 80 a pari cilindrata quando aprivi tiravano su l'asfalto e ti sentivi di poter trainare un tir tanta era la potenza.
La sensazione è stata quella di stare in sella ad una V50 un pò migliorata, e guardando bene anche il telaio ci si rende conto che forse non potrebbe sopportare di più

Non capisco perchè la Motoguzzi non sia partita, per lo sviluppo di questa moto, dalle blasonate sorelle maggiori.

La moto esteticamente, per chi ama le Classic, è molto ben fatta, bello il serbatoio, belli i colori, bella e soprattutto comoda la sella. Che ci voleva a fare un vera 750? ...un telaio e un pò di motore
Gli appassionati l'avrebbero sicuramente accolta con entusiasmo

Sintetiche osservazioni:
Estetica: molto piacevole
Posizione di guida: Confortevole anche se il manubrio è un po troppo largo e vicino al conducente
Cambio: Ottimo
Freni: Eccellenti
Sospensioni: un pò troppo dure per l'uso cittadino ma buone
Comando gas: un pò troppo "pronto"
Risposta del motore in partenza: ottima
Risposta del morore in accelerazione: scarsa

peppe irace